Sono contento di iniziare una discussione costruttiva su temi che mi stanno particolarmente a cuore e felice di poter rispondere al post di PDI^2 sull’argomento

Premetto che non saro’ certo esaustivo, ma cerchero’ di spiegare il mio punto di vista…

Dopo aver letto il post sono d’accordo che ad una prima visione d’insieme la situazione si possa ricondurre a questo semplice assunto:

Abbiamo la televisione che ci piace avere… non serve lamentarsi, l’informazione non fa audience…

A questo proposito vorrei indicare due post, che fanno da sintesi del mio pensiero…
-> Opinione pubblica e televisione
-> Riflessioni sui media

Chiarito un po’ il mio punto di vista, e prendendo spunto sia dalla PBS americana sia da quanto detto da Carlo Freccero[ vedi il convegno “Libera stampa in libero stato” ] mi pare giusto che almeno un canale della televisione pubblica dovrebbe ragionare al di fuori della logica dell’audience e della televisione commerciale

Quando poi si parla di populismo, o di utentismo sono in parte d’accordo: certo una completa indipendenza del contenuto da parte dello spettatore si ha solo al di fuori della logica di media commerciale…

In piu’ vorrei dire che l’Auditel non e’ certo il sistema piu’ attendibile che esiste ed e’ stato molte volte messo in discussione

Mai come oggi siamo stati abituati a vedere tutte le notizie in modo politico: ma ci sono i fatti e le opinioni…

I fatti non si possono mettere in discussione, ma le opinioni si: negli ultimi tempi ci si e’ dimenticati che il ruolo del giornalista e’ anche quello di far pensare e non solo quello di dire le cose in “par condicio”…
Se qualche giornalista vuol intervenire su questo punto, sarebbe ottimo…

Quello che vorrei io e’ che venga reso piu’ chiaro il fatto obiettivo in quanto tale, e poi di aggiungere l’opinione: ma non si puo’ dire tutto e il contrario di tutto,no?

Quindi al di la’ delle proprie opinioni politiche ci sono fatti che possono e devono essere discussi e detti, senza dover essere sempre tacciati di faziosita’
Come si crea altrimenti la propria opinione e il proprio senso critico?

Per chiudere un po’ il mio pensiero ecco invece il ruolo dei nuovi media e dei blog in questo contesto:
-> Blogging, italiani e informazione

Per quanto riguarda invece la questione se la blogosfera sia immune dall’audience ovviamente no, ma la chiave di lettura a mio parere sta nella dimensione gratuita del postare dove certe dinamiche non intervengono IMHO…

Poi se qualcun altro piu’ esperto vuole aggiungere qualcosa a proposito, e’ ben accetto…
C’e’ sempre da imparare e confrontarsi…

ps- scusate per la duplicazione di alcuni links, e’ che ci sono problemi col plugin e le lettere accentate…