[ crosspost su VoIT ]

Ci si rende conto di una cosa proprio quando questa viene a mancare…

Oggi per motivi ancora da chiarire il servizio del.icio.us e’ andato giu’ completamente e al momento e’ in piedi parzialmente…

E’ bello vedere la pagina di Technorati in questi casi per informarsi della cosa, visto che al momento la voce delicious risulta al 6 posto della Top Ten delle ricerche…

Questo si che e’ uso sociale della Rete: e Live per giunta…

Una piccola evoluzione se pensiamo solo al Web di qualche anno fa…

Ma la domanda sorge spontanea: in questi casi cosa si fa?
Come dice Enjooy :

Fortunately, bookmarks can be accessed. The problem is that I rely on Del.icio.us too much. I don’t know whether the power failure can tell us something about the futher of the delicious and its performance in the control of Yahoo!.

Diamo per scontata la Rete, il suo accesso e i suoi servizi: e adesso che dipendero’ sempre piu’ da lei come faremo senza?

Avremo delle nuove crisi d’astinenza? :)
Spero di no: pero’ un pensierino lo faccio…

In tema di semantic web e’ una cosa che mi risulta sempre piu’ chiara: programmi lato server che gestiscano i propri bookmark e via dicendo secondo la metodologia Web2.0, ma che restano sotto il controllo dell’utente che li installa nel proprio dominio…
E un qualche modo di aggregazione costante dei contenuti, usando RDF e SPARQL ad esempio ma non solo: i dati in mano agli utenti che ne hanno il pieno controllo e servizi centralizzati di aggregazione…

A livello del traffico sarebbe un problema, pero’ e’ sicuramente un’idea da migliorare,no?