Product Image: Il Mercante di Venezia


My rating: 5 out of 5




Da profano di Shakespeare non conoscevo la storia, e forse e’ un bene per gustarsi ancora di piu’ il film..

Ma posso dire una cosa: a me “Il mercante di Venezia“ e’ piaciuto molto…
E lo si puo’ intuire dal punteggio dato :)

Chiaramente i dialoghi soprattutto all’inizio possono spaesare, ma poi una volta immersi.. vi assicuro che vi ritroverete a vostro agio… a tratti risulta divertente e ironico, e mai stancante..

E’ che non siamo abituati ad un linguaggio del genere…

Il cast e’ d’alto rango e abbiamo un Al Pacino veramente ben inserito nella parte… e’ uno dei grandi attori che il cinema non puo’ dimenticare… e in effetti il suo ruolo di ebreo e’ molto approfondito: le espressioni facciali che riesce a trasmettere poi sono qualcosa di imperdibile..

Anche Jeremy Irons non scherza comunque nel ruolo del cristiano caritatevole prima ricco e poi sul lastrico.. che rischia la vita per l’amico Bassano…

Le musiche e la regia sono molto buone e riescono a coinvolgere molto bene lo spettatore.. pur essendo un’opera shakespiriana il film non risulta mai troppo lento, e mantiene un ottimo ritmo e suspence anche nei momenti tranquilli…

La parte piu’ coinvolgente e’ certamente la fine dinanzi al Doge dove si raggiunge il climax… chi vincera’ la legge o la misericordia?

La penale per il termine scaduto del pagamento dovra’ essere eseguita?

Credo che sicuramente sara’ difficile uscire dalla sala scontenti o delusi…

A meno che uno non si aspetti un semplice action movie…

Commenta e condividi

  • Pagina 1 di 1

Matteo Brunati

Sono un appassionato di tutto quello che ha relazione con la Rete, specie al confine tra tecnologia e società. Open Data e Linked Data sono nuovi livelli di un bene comune digitale, oggi riusabile come se fosse un Lego.
La società dei dati, anche con l’hype dei Big Data, mi affascina: ma serve maggiore riflessione condivisa.


Community Manager @ SpazioDati, su Dandelion API e Atoka.


Trento